Che tipo di infissi devo scegliere: quali esistono, quali sono i prezzi, che dimensioni possono essere raggiunte, quando usarne uno o l’altro.

Scegliere gli infissi per la propria abitazione può diventare complicato. Oggi in commercio esistono tante opzioni differenti e comprendere quale tipologia di infissi acquistare non è così semplice come si possa immaginare. Gli infissi non sono tutti uguali e differiscono fra loro per i materiali, ma anche il prezzo e per le dimensioni raggiungibili. Quest’ultime devono in ogni caso essere adattate al caso specifico e costringere talvolta a richiedere opportune personalizzazioni.

Ecco tutte quello che c’è da saper sulla scelta degli infissi, quali sono le tipologie, i prezzi e le dimensioni che possono raggiungere.

Le tipologie di infissi oggi disponibili

Gli infissi che oggi è possibile reperire sul mercato differiscono fra loro in base al materiale con cui vengono prodotti. La categoria più diffusa e utilizzata è rappresentata dai serramenti in PVC, soluzione versatile e duratura, che offre anche il vantaggio della bassa manutenzione. Il PVC si rivela un materiale molto adatto per la fabbricazione degli infissi in quanto assicura elevati livelli di impermeabilità e di isolamento. Ulteriore punto di forza di questi infissi è l’ampio assortimento di colori e finiture che si possono anche personalizzare all’occorrenza. A questo riguardo, si pensi ai serramenti bicolore, ad esempio bianchi internamente e finto legno esternamente, che molti proprietari decidono di installare per soddisfare il proprio gusto estetico e rispettare al contempo il decoro architettonico dell’edificio condominiale.

Tipologia di serramenti altrettanto apprezzata, specialmente per la durevolezza nel tempo, è quella realizzata in alluminio. Questi infissi garantiscono buon isolamento non solo termico ma anche acustico grazie ad una particolare tecnica di costruzione chiamata taglio termico. I profili interno ed esterno dell’infisso in alluminio vengono opportunamente uniti con materiale isolante in modo da abbassare la dispersione termica e consentire un certo risparmio in termini energetici, sia in inverno che in estate. Gli infissi in alluminio presentano anche un design moderno, resistono bene all’attacco degli agenti climatici e sono facili da mantenere sempre puliti e funzionali. L’alluminio anodizzato ormai è solo un brutto ricordo degli anni ‘80, infatti ad oggi possiamo scegliere molteplici finiture di colore grazie alla verniciatura.

Infine, occorre ricordare i serramenti in legno, ideali per conferire eleganza e calore alle abitazioni, specialmente quelle dallo stile classico e contemporaneo. Questa tipologia di infissi si contraddistingue per l’isolamento e la sostenibilità ambientale. Tuttavia, il legno necessita di periodica manutenzione, specialmente di tinteggiature con vernici specifiche, che possano preservarne la durata e la tenuta nel tempo, a causa dell’esposizione al sole, alla pioggia, al gelo ecc.

Prezzi per l’acquisto dei serramenti

Materiali e dimensioni sono le variabili che incidono sul costo dei serramenti. In linea generale la spesa che occorre sostenere per acquistare un nuovo infisso parte da circa 100 euro e può arrivare a 300 euro. In fase d’acquisto bisogna anche considerare che solitamente gli infissi in PVC sono quelli che assicurano un maggior risparmio, seguiti da quelli in legno e in alluminio.

Ad esempio, considerando un infisso con dimensioni pari a 90 x 120 cm si spende circa 130 euro quando è realizzato in PVC, 200 euro se è in legno e 400 se in alluminio. Quando occorre ordinare infissi fuori misura il costo aumenta, trattandosi di lavorazioni artigianali appositamente realizzate per uno specifico contesto.

In ogni caso è oggi possibile ottenere un significativo risparmio sull’acquisto dei nuovi serramenti sfruttando le agevolazioni fiscali previste dalla legislazione in vigore. La posa in opera di porte e finestre, quando contribuisce al miglioramento energetico dell’immobile, permette di ottenere uno sconto sul costo d’acquisto fino al 50%, stando a quelle che sono le previsioni del Decreto Crescita.

Dimensioni degli infissi standard e fuori misura

Gli infissi, a prescindere dal materiale con il quale vengono realizzati, sono disponibili in diversi colori, finiture e hanno una struttura standard. Le misure una finestra sono solitamente 90 x 120 cm e quando a due battenti 120 x 150 cm, rispettivamente in larghezza e altezza. Tuttavia, non mancano finestre moderne, provviste di una sola anta con un range in larghezza compreso fra 60 e 70 cm x 120 cm di altezza.

Le portefinestre che dispongono di una sola anta misurano 90 cm x 255 cm, mentre a due battenti arrivano a 120 cm x 245, rispettivamente la larghezza e altezza.

Molti produttori di infissi, allo scopo di venire incontro alle necessità più diversificate, producono anche infissi fuori misura e dalle forme particolari, per poter essere facilmente adatti in ogni contesto. Si pensi a questo riguardo alle case in centro storico che solitamente o alle finestre da posare nelle mansarde.

Come e perché scegliere gli infissi in base alla tipologia

La scelta degli infissi dipende molto non solo dal proprio gusto estetico ma da tutta una serie di fattori, fra cui il materiale con cui vengono prodotti. In linea generale quelli realizzati in PVC vengono caldamente consigliati a coloro che non intendono investire molto nell’acquisto dei nuovi serramenti e che al contempo cercano resistenza e bassa manutenzione.

Gli infissi in alluminio, invece, si rivolgono ai proprietari degli immobili che vogliono soddisfare al meglio esigenze stilistiche ed energetiche. In questo caso le prestazioni, anche in termini di abbattimento acustico, sono notevoli e per tale ragione serramenti di alluminio vengono preferiti da coloro che vivono in zone centrali e trafficate, allo scopo di migliorare il comfort abitativo.

Gli infissi in legno mantengo da sempre un certo fascino stilistico e si abbinano bene alle case ubicate in campagna, così come a quelle dallo stile classico e tradizionale. Molto sostenibili dal punto di vista ambientale e venduti ad un prezzo accessibile, offrono lo svantaggio della periodica manutenzione, aspetto da tenere in considerazione specialmente quando si desidera installare questi infissi in legno in una casa al mare ed esposta alla salsedine o altri agenti climatici.

Infine esistono anche gli infissi bi-materiale: legno internamente e alluminio esternamente, per coniugare il calore del legno con la durabilità dell’alluminio.

In ogni caso prima di acquistare gli infissi è buona regola confrontare attentamente vari preventivi stilati da diversi fornitori, allo scopo di trovare la soluzione al miglior rapporto qualità/prezzo, magari sfruttando la possibilità della detrazione fiscale prevista dalla legge per un maggiore risparmio complessivo.

Potrebbero interessarti

come riscaldare casa

Come riscaldare casa in modo efficiente: tutti i modi

Oggi riscaldare casa in modo efficiente e senza dover fare i conti con delle bollette esagerate è un’opportunità assolutamente da sfruttare, anche perché l’impianto di riscaldamento è tra i principali responsabili dei consumi energetici domestici. Esistono precise strategie per una casa perfettamente riscaldata e confortevole durante i mesi freddi....